Pianificazione assicurativa e percezione del rischio

La pianificazione assicurativa parte dalla percezione del rischio e dalla individuazione del rischio sostenibile.

.

Per aiutare un cliente a pianificare la propria sicurezza dobbiamo partire da cosa lo preoccupa quando pensa al futuro e da cosa pensa potrebbe impedirgli di realizzare i propri obiettivi personali, familiari e professionali.
Aiutando le persone a riflettere sull’impatto economico che alcuni eventi potrebbero avere, acquisiamo le informazioni sulla loro situazione economica (patrimoniale e reddituale), familiare e professionale che ci permettono di aiutarle ad individuare i rischi più importanti per cui tutelarsi.
Ricordiamoci che, senza un’adeguata percezione del rischio, le persone continueranno a non sentire il bisogno di assicurarsi; pertanto è di fondamentale importanza verificare che la percezione del rischio sia realistica.
Qualora non lo fosse, prima di procedere con eventuali proposte, dobbiamo portare le persone ad avere una percezione dei rischi a cui sono esposte più attinente alla propria situazione personale, familiare e professionale, in modo che possano avvertire l'esigenza di limitarne le conseguenze, compatibilmente con la propria possibilità ad investire in protezione.

L'argomento può essere approfondito su Pianificazione assicurativa, come costruirla per un libero professionista.